Processionaria – un pericolo per il nostro cane

processionarie

processionariaTutti i padroni di un cane hanno sentito parlare di processionaria e, giustamente, la temono.

Cos’è la processionaria?

Si tratta di un lepidottero, il “Thaumetopoea Pityocampa”.

Crescendo e sviluppandosi la processionaria si trasforma in farfalla notturna, ma nella sua forma “adolescenziale” è un bruco lungo circa 4 cm e ricoperto di peli urticanti e quindi pericolosi per i nostri amici a 4 zampe (e non solo per loro).

Il periodo in cui possiamo incontrare il temuto bruco va da marzo a maggio, in particolar modo nei pressi di pini, cedri e querce, ma può capitare di incrociarlo anche d’estate.la processionaria

A differenza di altri lepidotteri, le processionarie si muovono “in branco”: normalmente infatti si posizionano una dietro l’altra, come se fossero, appunto, in processione.

Il loro nido è riconoscibile perché è di colore bianco e normalmente si trova sui pini. Formatosi durante l’inverno, in primavera conterrà le larve dei bruchi che, durante l’estate, si trasformeranno in farfalle con una vita di un paio di giorni.

La processionaria è veramente pericolosa?

La risposta è: SI!

Durante la passeggiata il nostro cane è abituato ad annusare per terra (e magari a mettere in bocca ciò che trova). Se malauguratamente dovesse venire in contatto con una processionaria, potrebbe mostrare uno dei seguenti sintomi:

  • Aumento della salivazione causato dall’infiammazione della bocca
  • Dolore
  • Febbre
  • Vomito
  • Aumento delle dimensioni della lingua
  • Diarrea
  • Edema della glottide

I tessnecrosi linguauti che entrano in contatto con i peli urticanti della processionaria vengono distrutti attraverso un processo di necrosi.

Molti sono i cani che hanno dovuto subire l’asportazione di parte della lingua perché avevano toccato con quest’ultima una processionaria.

Nei casi più gravi, però, si è arrivati addirittura al decesso dell’animale, soprattutto in caso di ingestione.

Cosa fare se il nostro cane viene in contatto con una processionaria?

Se si ha anche solo il sospetto che il nostro fedele amico abbia fatto questo sfortunato incontro, occorre reagire tempestivamente! Innanzitutto sciacquare subito la bocca del cane, e qualsiasi altra parte che si sospetta abbia toccato il bruco, con una soluzione di acqua e bicarbonato (indossando preferibilmente dei guanti in lattice per non entrare in contatto con i peli urticanti).

Dopo di che è necessario andare urgentemente dal veterinario, in modo che proceda alle terapie adeguate per evitare che il vostro cane subisca danni irreparabili.

E la prevenzione?

Certo, come ogni cosa pericolosa, se si conosce la processionaria, si può provare ad evitarla.

Durante le passeggiate (anche nei parchi cittadini) fate attenzione a cosa c’è in terra e se vedete dei nidi di processionaria sugli alberi.

Non fate come quei padroni che portano il proprio cane nelle aree verdi, lo liberano e poi se ne disinteressano: proprio mentre state chiacchierando con qualcuno, il vostro indifeso amico peloso potrebbe rischiare la morte ingerendo una processionaria!

Il nostro cane ci ama. Amiamo il nostro cane

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cane che legge

Non perdere le prossime novità

del mondo DELA by De Wan

Riceverai subito un regalo!

Grazie per l'iscrizione alla Newsletter di DELA by De WAn