PORTARE IL CANE IN VACANZA – 10 CONSIGLI

dela-mare3

Finalmente si va in ferie e avete organizzato tutto per portare il vostro cane con voi.

Benissimo!

Non dimenticatevi, però, che non basta avere con sé cuccia e pappe. Occorre anche essere preparati per eventuali piccoli/grandi problemi che potrebbero presentarsi lontani da casa.

Ecco quindi 10 semplici consigli per non farsi cogliere impreparati:

  1. Accertarsi della presenza di un veterinario a cui fare riferimento nella città/paese in cui siamo diretti.
  2. Se vogliamo portare il nostro cane in spiaggia, ricordarsi di portare un telo, la ciotola dell’acqua, qualche gioco e alcuni premi per permettergli di passare la giornata senza annoiarsi.
  3. Accertarsi che la spiaggia prescelta accolga i cani e sia attrezzata con ombrelloni o aree all’ombra. Se si tratta di una spiaggia libera, portiamoci un ombrellone o tenda da spiaggia. Per permettere al nostro cane di restare tranquillo distanziarsi a sufficienza dall’ombrellone con il cane più vicino. C’è tutto lo spazio e il tempo per giocare altrove, l’ombrellone deve essere un luogo di riposo. Un cane anziano, un brachicefalo (carlini, bulldog inglesi, boulledogue francesi, ecc) o cani con patologie tipo problemi cardiaci o respiratori sarebbe bene non frequentassero la spiaggia soprattutto nelle ore più calde.
  4. Se il nostro cane ha zone prive di pelo fisiologiche (es la pancia) o patologiche (es per dermatiti) proteggerle con creme solari: nei negozi per animali si trovano quelle specifiche per il loro pH. Gli animali con il manto bianco o chiaro sono più sensibili ai raggi solari, quindi proteggere sempre anche zone tipo il dorso del naso e la punta delle orecchie.
  5. Ricordarsi anche mentre si è in vacanza di somministrare la compressa mensile di prevenzione della filariosi cardio-polmonare e applicare il prodotto spot-on (o collare) che abbia l’insettorepellenza per prevenire la leishmaniosi.
  6. Per piccole ferite è sufficiente avere a disposizione un disinfettante comune. Potrebbe essere utile avere anche un collirio decongestionante (sia l’acqua di mare, sia la sabbia possono infiammare) o delle lacrime artificiali e un detergente auricolare. Per chi vuole proprio essere pronto ad ogni evenienza può portarsi anche un antibiotico generico ed un antinfiammatorio e naturalmente un cortisonico iniettabile per possibili reazioni allergiche. Naturalmente per decidere che tipo di farmaco sia più adatto per il nostro amico, possiamo passare in ambulatorio e chiedere consiglio al nostro veterinario prima di partire.
  7. Cercate di mantenere gli stessi orari dei pasti e lo stesso tipo di cibo per tutta la durata della vacanza.
  8. Raccogliere le deiezioni in qualsiasi luogo vengano deposte. Per evitare che il cane sporchi in spiaggia, portarlo regolarmente a fare una passeggiata.
  9. Sciacquare sempre con acqua dolce il mantello del nostro amico, facendo particolare attenzione alle zone interdigitali dove si accumula molto sale e sabbia che possono portare a dermatiti.
  10. Portare il libretto sanitario, potrebbe essere utile nel caso avessimo bisogno del veterinario. Se il cane segue terapie particolari (es per problemi cardiaci) accertarsi di avere il numero di pastiglie sufficienti per l’intera vacanza o premunirsi in anticipo di trovare un veterinario di zona che può fornirci la ricetta.

 

Nulla di troppo complicato, quindi, ma sono piccole attenzioni che il nostro cane merita.

Buone vacanze!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cane che legge

Non perdere le prossime novità

del mondo DELA by De Wan

Riceverai subito un regalo!

Grazie per l'iscrizione alla Newsletter di DELA by De WAn