Come comportarsi con il cane in autunno: consigli pratici

golden retriever

Ormai siamo ad ottobre e dobbiamo far vivere nel migliore dei modi l’autunno al nostro cane, anche per prepararlo (e prepararci) alla stagione più fredda. Man mano che le temperature scendono, le abitudini quotidiane cambiano: è necessario qualche piccolo accorgimento per non far diventare traumatico per il nostro amico a quattro zampe il cambio di routine.

Ecco quindi qualche consiglio pratico su come comportarsi con il cane in autunno:

  1. E’ il momento della muta: il pelo dei nostri amici si deve preparare all’inverno quindi ora cominciano a perdere quello estivo e ricrescerà il sottopelo per proteggerli dal freddo invernale. Ricordarsi di spazzolarli di frequente. Meno che in primavera, ma anche in autunno è possibile avere problemi di dermatiti.
  2. Se l’acquazzone estivo poteva essere fonte di refrigerio, prendersi la pioggia autunnale potrebbe invece essere l’inizio di un malanno di stagione. Esattamente come noi, anche i cani possono andare incontro a tracheiti o forme intestinali, per esempio dovuti agli sbalzi di temperatura. Ricordarsi quindi di asciugare i nostri quattro zampe al rientro in casa vuol dire fare della prevenzione. Alcuni tollerano l’impermeabile e può essere una buona idea farlo indossare; bisogna fare attenzione che non tutti i cani amano essere “vestiti” quindi è sempre bene presentare il cappottino nel modo corretto per fare in modo che il cane lo accetti volentieri e non sia una costrizione. Quindi se si crede di avere difficoltà è bene farsi consigliare da un buon educatore o dal veterinario di fiducia.
  3. I soggetti più anziani potrebbero preferire uscire nelle ore più calde della giornata in inverno, quindi cominciamo a cambiare i ritmi di uscita, compatibilmente con il nostro lavoro, gradatamente fin da ora. Il mattino presto e la sera erano orari ben accetti in estate, chi comincia a soffrire di artrosi preferisce le ore centrali della giornata.
  4. Per i cani che vivono molte ore fuori, potrebbe essere necessario variare leggermente la razione di cibo giornaliero. Chiedere al proprio veterinario un consiglio.
  5. Se abbiamo un cucciolo insegniamogli gradatamente ad uscire con la pioggia o con il vento che sposta le tante foglie a terra, per lui è tutto nuovo. Incontrare persone con soprabito e cappello potrebbe impaurirlo, così come vedere le prime volte l’ombrello.
  6. Per i cani che si vogliono sterilizzare, dopo il primo calore, potrebbe essere il momento giusto: la temperatura è ideale per riprendersi il più velocemente possibile.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *